Specchio specchio delle mie brame chi ha la vagina più bella del reame?

Hai guardato la tua vagina di recente? Se non lo hai fatto, molto male.

La vagina merita una certa attenzione. O meglio è l’intero apparato a meritare la giusta considerazione: clitoride, piccole e grandi labbra,canale vaginale e apertura uretrale.
Quando si è giovani e ancora inesperti alcuni hanno una naturale curiosità a date un’occhiata la’ sotto, mentre altri non hanno quella voglia. Temono di vedere qualcosa di rivoltante per forma, odore, sapore. Evitano di guardare e interagire per paura o vergogna.

Le stesse persone che dichiarano di non aver mai avuto un orgasmo sono quelle che non hanno familiarità con il proprio corpo.
Ritengo interessante e affascinante vedere come il nostro corpo ( e la nostra vagina) cambia aspetto quando si è eccitati rispetto a quando non lo si è, in momenti diversi della vita, in diversi punti del ciclo. Interessante per la nostra salute e per il nostro piacere.
I ragazzi tendono ad adorare ( anche esagerando) il proprio pene, le ragazze invece il più delle volte si imbarazzano pensando alla propria vagina.

Diario di Anna Frank censurato per una vagina.

Alcuni passaggi del Diario di Anna Frank sono stati banditi dalla versione pubblicata perché ritenuti troppo espliciti. Questo è uno dei passaggi incriminati:

“Fino all’età di undici o dodici anni, non avevo capito che c’erano altre labbra al suo interno, dal momento che non si potevano vedere. Quello che è ancora più divertente è che ho pensato che l’urina venisse fuori dal clitoride … Quando sei in piedi, tutto quello che vedi sulla parte anteriore sono i peli. Tra le gambe ci sono due cose morbide, anche loro coperte con i peli, che premono tra loro quando si sta in piedi, quindi non si può vedere cosa c’è dentro. Si separano quando ci si siede e sono molto rosse e molto carnose sul lato interno. Nella parte superiore, tra la grandi labbra, c’è una piega della pelle che, ripensandoci, si presenta come una sorta di bolla. Questo è il clitoride. “

La vagina non è brutta, è fatta così.

Al mondo non esistono due vagine uguali e ciò significa che sono tutte diverse, non brutte. Colore, forma, dimensione…tutto perfettamente normale fino a che non vi causano dolore piuttosto che piacere.

Leggi anche “Dispareunia Vs Piacere: 4 imprescindibili Mosse Salva Coppia”

E’ vero che ci si può sempre migliorare , Soprattutto quando aspetto, colore e tono creano difficoltà di relazione intima con il partner. Attenzione! Migliorarsi, ma non trasformarsi con la chirurgia in una Barbie con la plastica liscia sotto la minigonna. (Guarda come fare qui)

The Great Wall of Vagina.

Pannello 10 The Great Wall of Vagina di Jamie McCartney

Pannello 10 The Great Wall of Vagina di Jamie McCartney

Vi state chiedendo ancora se la vostra vagina è normale? Date un’occhiata all’opera The Geat Wall of Vagina. E’ una straordinaria opera d’arte di un artista U.K Jamie McCartney. 10 pannelli disposti uno a fianco all’altro con oltre 400 calchi in gesso di vagine. L’opera è sorprendente e mostra la diversità di ogni vagina da quella accanto. Tutte normali nelle loro differenze.
“Per molte donne il loro aspetto genitale è una forma di ansia e io ero in una posizione unica per fare qualcosa al riguardo” ha detto McCartney.

I fiori – vagina di Georgia O’Keeffe.

Dipinto - Georgia O'Keeffe

Dipinto – Georgia O’Keeffe

Questa artista è famosa per i suoi fiori di grandi dimensioni con dettagli erotici. Molti fiori hanno il centro molto simile a vulva e clitoride. L’artista ha sempre negato l’intenzionale aggiunta di tocchi erotici nei suoi dipinti, sostenendo che ritraeva solo ciò che vedeva. Il riferimento all’anatomia femminile però è evidente, forse perchè fiori come iris, peonia, narcisi non sono poi così diversi dalle forme femminili.

Parliamo senza vergogna e apertamente delle nostra vagina e delle parti del corpo più intime. Come parliamo di cuore, braccia e gambe. La vergogna impedisce alle donne di imparare a conoscere la propria fisicità e anatomia. La stessa vergogna trattiene gli uomini dal fare domande per esplorare il corpo e il piacere delle loro amanti. Il divario che si crea così va ben oltre la camera da letto.